Giornata mondiale degli insegnanti. Vorrei …

Oggi è la giornata mondiale degli insegnanti. E’ bello che ci abbiano dedicato una giornata. Ma io vorrei che degli insegnanti ci si ricordasse tutti i giorni e non solo per sommergerli di un mare di richieste, pretendendo che  ( in ordine casuale)
– prevengano il bullismo  e ovviamente lo contrastino,
– facciano i dietisti insegnando la corretta alimentazione ( con annessa attività fisica) possibilmente anche alle famiglie,
– promuovano campagne per il rispetto dell’ambiente, la salvaguardia dei mari, il riciclaggio delle plastiche anche  rendendo i genitori consapevoli  della bellezza del compostaggio;
– curino l’educazione musicale, artistica, sessuale, civica, affettiva, stradale  ecc ecc a 360°
– generino esperti di computer e linguaggio computazionale …
– aderiscano gioiosamente a ogni genere di progetto ( più PON per tutti!)
– gestiscano , il più possibile da soli,  le emergenze legate a bambini in difficoltà, facendo in modo che, in un batter di ciglia, questi arrivino “al livello degli altri” affinché ( importantissimo) possano fare la prova Invalsi come da regolamento.
Vorrei che si ricordasse ogni giorno che la stragrande maggioranza degli insegnanti compie il proprio dovere in silenzio, conservando un’etica del lavoro di cui sembra si siano perse le tracce.
Vorrei che ci si ricordasse ogni giorno che gli insegnanti affrontano fino a 27 individualità differenti, contemporaneamente, cercando di fornire ad ognuna la risposta giusta ( potrà sembrare incredibile ma spesso ci riescono) .
Vorrei che si ricordasse ogni giorno che ci sono scuole “in trincea” dove chi insegna è un eroe. Ma nessuno lo sa.
Vorrei che ci si ricordasse che gli insegnanti sono disorientati e affaticati, di fronte a genitori sempre più conflittuali e meno rispettosi dell’istituzione ( insomma, genitori che ne sanno più dei maestri …)
Vorrei che ci si ricordasse la frustrazione degli insegnanti, che, pur amando il loro lavoro, spesso non riescono a svolgerlo come vorrebbero, per cause indipendenti dalla loro volontà.
Vorrei che ci si ricordasse che gli insegnanti, quando sono buoni insegnanti, si annidano nei cuori degli alunni. E ci rimangono per sempre. ( indipendentemente dallo stipendio che percepiscono)
 
Perché i buoni insegnanti ( che sono tantissimi) abbracciano gratis. Generalmente dal 10 settembre al 5 ottobre. E dal 6 ricominciano…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *