Gianni Rodari: giochiamo con il prefisso arbitrario

Giocare con le parole, deformarle, esplorarne il potere, dominarle, rivestirle di significati creativi senza steccati, trasformarle in immagini, storie, drammatizzazioni.

“Basta una S ” ci dice il magico #Rodari “per trasformare un umile TEMPERINO in uno strambo S-TEMPERINO, oggetto fantastico e pacifista, che non serve a far le punte alle matite, ma a fargliela ricrescere quando è consumata..”

Non è meraviglioso? Un pensiero che, libero da vincoli semantici, vola , vola, vola …

In questo video, una parte dell’esperienza condotta con i miei alunni.

Tanta creatività, tante idee nuove, tanto divertimento, tanto pensiero divergente, tanta libertà.

In una parola: tanto #GianniRodari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.